State of the Net 2014

State Of The Net

Nell’ambito di State of the Net 2014, venerdì 13 giugno alle ore 14.30, si terrà un workshop organizzato da #TriesteSocial in collaborazione con l’Università degli Studi di Trieste!

Geolocalizzazione e Smartness. Tutto ha un dove

Nell’epoca del web 2.0, dei social network e della condivisione delle informazioni e dei dati, non vi è applicazione, documento, contenuto o sensazione che non possa essere geolocalizzato, ovvero ricondotto a un luogo nello spazio e a delle coordinate geografiche. I grandi attori di Internet, da Google a Facebook, passando per Amazon, fanno dell’aspetto geografico un punto di forza. Basti pensare che recenti studi hanno stimato il mercato dei servizi di geolocalizzazione negli Stati Uniti in terza posizione per fatturato, dopo il trasporto aereo e i videogames. Si pensi inoltre che tali tecnologie, una volta alla portata di pochi professionisti, oggi sono all’interno anche dei più economici dispositivi, mobili, quali smartphone e tablet. Il mercato dei sistemi di posizionamento satellitare come il GPS oggi è coperto dal 47% dai dispositivi mobili, la quota più alta.

Con il worskshop, si vuole fornire un’idea delle diverse possibilità di racconto, promozione e rappresentazione del territorio grazie alle tecnologie mobili, alla rete e alla geolocalizzazione, ovvero la traduzione in mappe e visualizzazioni cartografiche.

Beniamino Murgante dell’Università della Basilicata parlerà di open data, comunità smart e qualità della vita, mentre Andrea Favretto e Giovanni Mauro dell’Università di Trieste si concentreranno su un progetto di ricerca per lo sviluppo di un atlante in formato digitale relativo ad itinerari turistici, finalizzati alla valorizzazione delle risorse locali collegate alla tradizione, alla storia e al territorio. Giuseppe Borruso, sempre dell’Università di Trieste, parlerà di Turismo, social networks e media e geolocalizzazione, presentando in particolare i primi risultati di una ricerca in cui viene esaminato il lato social della ricettività turistica e la loro concentrazione sul territorio. Mafe de Baggis e Filippo “gallizio” Pretolani porteranno un diverso punto di vista, ovvero la geolocalizzazione delle emozioni. I luoghi si prestano a essere raccontati e ci suscitano emozioni, e non è scontato pensare a una loro mappatura. Sarà rappresentato il punto di vista delle aziende, che oggi lavorano a vari livelli con il dato geolocalizzato, sia nella produzione di cartografia (cartacea e digitale) ma anche nelle nuove possibilità offerte dai dispositivi mobili e dai social network.

Programma 

Giuseppe Borruso, Rosy Russo, Giovanna Tinunin, Apertura lavori
Beniamino Murgante, School of Engineering, Università della Basilicata: “Open Data, Smart Communities e qualità della vita
Andrea FavrettoGiovanni Mauro, DiSU – Università di Trieste: “Itinerari per un turismo alternativo: un atlante digitale nazionale
Mafe de BaggisFilippo “gallizio” Pretolani: “Pleens, facciamo narrare i luoghi
Giuseppe Borruso, DEAMS – Università di Trieste “Il Recreation Business District di Trieste e la sua presenza su social network e media

Geolocation and Smartness. Everything has a ‘where’

Geolocation at State of the Net 2014. In the era of Web 2.0, of social networks and media, of sharing data, information, knowledge and feelings, nearly every aspect can be related to a place in space and therefore to geographic coordinates. The market of geolocation services is growing thanks to the diffusion of the Internet and mobile devices and giant players as Google, Facebook and Amazon are investing massively in such sector.

Inside State of the Net, the University of Trieste together with #TriesteSocial and the Trieste Social Media Team will provide an idea of the different opportunities of telling, promotion and representation of a territory by means of mobile technologies, the Internet and geolocation, as their translation in maps and cartographic visualizations. There will be the academic point of view, with Beniamino Murgante from University of Basilicata talking about “Open Data, Smart Communities and Quality of Life”. Andrea Favretto and Giovanni Mauro from University of Trieste will present their “Itineraries for alternative tourism: A national digital atlas”, while Giuseppe Borruso will examine the social aspects of the Trieste’s Recreational business district. Mafe de Baggis and Filippo Pretolani will be focused on the spatial dimension of emotions and telling and their (geographical!) representation. The business community point of view will be also presented, with companies focusing their business on geolocation and production of geographically related contents.

 

> Giuseppe BorrusoRosy RussoGiovanna Tinunin: opening remarks
Beniamino Murgante, School of Engineering, University of Basilicata: “Open Data, Smart Communities and quality of life”
Andrea Favretto, Giovanni Mauro, Department of Humanities (DiSU) – University of Trieste: “Itineraries for alternative tourism: A national digital atlas”
Mafe de Baggis, Filippo “gallizio” Pretolani: “Pleens, where places tell stories”
Giuseppe Borruso, Department of Economics, Business, Mathematics and Statistics (DEAMS) – University of  Trieste “Trieste’s Recreation Business District and its presence on social networks and media”

Università degli Studi di Trieste
Trieste Social